Cinque statue che a Gibellina vecchia rimasero intatte sotto le scosse del terremoto della Valle del Belice nel 1968 sono esposte da domenica scorasa (per la prima volta dopo 44 anni) nella chiesa madre di Gibellina nuova, progettata da Ludovico Quaroni.
La mostra rimarra’ aperta al pubblico sino al giorno di Pasqua.
Le cinque statue provengono dalle chiese che erano nel vecchio centro di Gibellina, che fu raso al suolo dalle terribili scosse.
Recuperate sotto le macerie, le opere intatte nel loro splendore, sono state conservate all’interno del seminario vescovile di Mazara del Vallo ed ora sono tornate a Gibellina.

  • Share/Bookmark