Archive for category Castellammare del Golfo

Castellammare: Fosse granarie nel centro storico

Castellammare del Golfo - Ritrovate altre due fosse granarie in pieno centro storico. I primi due granai sono venuti alla luce ad ottobre, in corso Garibaldi, durante i lavori di metanizzazione del paese. Dopo il ritrovamento l’amministrazione comunale ha incaricato un geologo per verificare la presenza di eventuali altre cavità sotto l’asfalto. Grazie ad una indagine geoelettrica sono state ritrovate altre due fosse: sono tutte e due ad una distanza progressiva di circa undici metri, in asse con le prime due ritrovate. Hanno un diametro alla base di circa 10,50 metri, una profondità di circa 9 metri con una apertura superiore di circa 1.60 metri. Una fossa è integra e di agevole accesso, mentre l’altra ha parte della volta rovinata ed è completamente piena di terra e detriti. Le antiche fosse granarie furono utilizzate presumibilmente fino al 1800 ma la datazione sulla loro costruzione è incerta: dovrebbero risalire ad un epoca che va dal 1500 al 1600. Nessun dubbio però, secondo gli esperti che le hanno ispezionate, che si tratti di locali adibiti alla conservazione e deposito di grano. I granai, ai quali si accede da un’imboccatura cilindrica, si trovano uno poco distante dall’altro. Il primo granaio rinvenuto è cavato nella pietra e rivestito di mattoni di cotto allineati, la seconda e la terza costruzione rinvenuta sottoterra, risultano scavate nella roccia e si trovano allo stato grezzo. La base di forma circolare di circa 80 mq presenta una pavimentazione di basole in pietra, con pendenza verso il centro della circonferenza.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

A Castellammare del Golfo per la mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…” rivista ed ampliata

Sarà inaugurata domani sabato 3 agosto alle 18,00 nel Salone della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Corso Garibaldi n°67 a Castelllammare del Golfo, la mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…”, “note ed immagini per la creazione di un museo dell’emigrazione castellammarese”.
Già proposta lo scorso anno a settembre in contemporanea al PLAS la manifestazione artistico-musicale che tanti visitatori attraeva nella cittadina marinara, verrà ora riproposta in una versione rivista ed ampliata (sono state aggiunte altre quindici immagini) al numeroso pubblico dell’estate castellammarese.
Le immagini che vengono proposte sono state selezionate dall’architetto Camillo Galante, curatore della mostra, del catalogo e delle note.
La mostra, così come le note, sono da intendere come “frammenti” della storia dell’emigrazione castellammarese”, frammenti di una storia che è ancora tutta da indagare, scrivere e descrivere.
Pur trattandosi di una mostra legata al tema dell’emigrazione, la mostra non presenta immagini della “partenza dei bastimenti”, degli abbracci, degli addii e delle lacrime, ne del “viaggio”, e dei suoi accessori, valigie di cartone, passaporti, biglietti, locandine delle compagnie di navigazione, tutti ingredienti d’obbligo di ogni mostra sull’emigrazione, quanto piuttosto le immagini di coloro che son partiti e di coloro che sono rimasti.
In prevalenza si tratta di fotografie, della prima metà del 900′.
Immagini di uomini, donne e bambini, singoli o gruppi, che hanno costituito il cosidetto “collante affettivo” per coloro i quali erano costretti a separarsi per cercare fortuna migrando verso lidi lontani.
Di tali immagini l’unica divisone che può tracciarsi è tra quelle che ritraggono chi è rimasto e quelle che ritraggono chi è partito.
Foto mandate ai parenti, foto mandate agli amici.
Foto “minori”, di autori spesso ignoti, ma che in qualche caso riecheggiano pose ed ambienti dei grandi maestri della fotografia e che richiamano alla mente ambientazioni cinematografiche.
Della mostra, realizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso è stato realizzato un catalogo che oltre a raccogliere le foto fornisce un altro “frammento”, una sintetica documentazione della stagione della costituzione delle Società di Mutuo Soccorso (ben quattro) castellammaresi in America nel corso del primo novecento.
Per l’edizione 2013 della mostra è stata anche realizzata una appendice a tale catalogo scaricabile online che va ad integrare l’originario catalogo.
La mostra rimarrà aperta al pubblico nei locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso tutti i giorni fino al 18 agosto.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , ,

No Comments

A Scopello le poesie di Federico Garcia Lorca

Dopo il successo di domenica scorsa al Convento del Carmine a Marsala, verrà riproposta giovedì 1° Agosto alle 19 al Parco Rupestre Re Ferdinando a Scopello, la lettura di poesie di Federico Garcia Lorca, curata dall’Associazione Culturale Sancho Panza e coordinata dai professori Nicolò Messina dell’Università di Valencia e Giovanni Marchetti del Liceo Pascasino di Marsala, per dare la possibilità di ascoltare la voce del poeta in madre lingua.
Le letture si terranno sia in lingua spagnola sia in lingua italiana e ai presenti verrà donato un “cuadernillo” con i testi in lingua spagnola a supporto della fruizione.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Castellammare del Golfo (TP) lido Peter Pan - Record di presenze per la Coast Cup 2013

Castellammare del Golfo (TP) lido Peter Pan - Record di presenze per la Coast Cup 2013 da anni evento guida del beach volley giovanile targato Sicilia. Oltre 300 i partecipanti accreditati ed un numerosissimo pubblico al seguito hanno fatto da cornice alle colorate sfide sulla sabbia dei giovani atleti giunti da ogni angolo della Sicilia con la Virtus Mortara Volley (PV) che ha con la propria entusiasta partecipazione,ha arricchito,la nona edizione della manifestazione. Titoli assegnati nel maschile alla Pallavolo Augusta nella categoria under 15 alla Lupi partinico nella cat. under 17 ed Actor Polis Alcamo tra gli under 19,seconde classificate nell’ordine di categorie: Pallavolo Mazara, Pallavolo Trapani ed Usco Gravina (CT). Nel femminile cat. under 14 la Pallavolo Augusta ha prevalso al termine di un’avvincente gara di finale sull’ Imex Marsala mentre la Virtus Mortara Volley si é aggiudica la cat. under 16, ottima seconda ancora l’Imex Marsala, tra le under 18 la Sicania Volley Trapani conquista il titolo 2013 precedendo la Pallavolo Castelvetrano. Premi speciali Coast Cup 2013 assegnati ai tecnici Bruno Cipriano della Pallavolo Augusta ed Antonio Ragona della Libertas Partanna. Presenti alla cerimonia di chiusura e premiazione il responsabile Regionale della Federazione Italiana Pallavolo settore Scuola Promozione ed attività giovanile Nuccio Solano il Presidente Provinciale Fipav Enzo Barraco. Il Sindaco della cittadina del Golfo, Nicola Coppola, assente per motivi istituzionali non ha fatto comunque mancare la sua presenza in momenti diversi. L’appuntamento con numerose novità in cantiere é alla Coast Cup 2014.

  • Share/Bookmark

Tags: ,

No Comments

Coast Cup 2013: nona edizione della manifestazione nazionale di beach volley giovanile

Sarà ancora la spiaggia Plaja (lido Peter Pan) di Castellammare del Golfo, ad ospitare, dal 3 al 6 luglio, la nona edizione della Coast Cup, manifestazione nazionale di beach volley giovanile (4×4), riservata alle categorie under 14, 16 e 18 femminili, ed under 15,17 e 19 maschili. Per l’atteso appuntamento, divenuto negli anni tra i più importanti eventi del suo genere in Sicilia, i promotori confidano in un incremento delle adesioni da parte delle società sportive affiliate alla Federazione Italiana Pallavolo. La manifestazione, organizzata dall’A.P.D. Coast Cup Team e dall’A.D. Polisportiva Castellammare, col supporto del Comune di Castellammare del Golfo, offre ai tanti giovani atleti ed accompagnatori, nonché ai familiari al seguito, anche la possibilità di conoscere le tante unicità storico-naturalistiche del territorio.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Escursione notturna (trekking) lungo il fiume Crimiso, sabato primo dicembre

Il C.A.I. di Castellammare del Golfo (sabato 01 dicembre 2012 dalle ore 20.00 alle ore 02.00) Organizza un’Escursione notturna (trekking), lungo il fiume Crimiso (sorgente acque calde).

Gli interessati possono telefonare al 339 8104796 (Salvatore) entro le ore 14 di venerdi 30 novembre 2012 , comunicando il numero dei partecipanti.

Programma

NOTTE DI LUNA PIENA ALLE ACQUE CALDE DEL CRIMISO

Escursione notturna alla luce della luna piena per i luoghi dove il mito vuole che abbia vagato la Ninfa Egesta prima di essere accolta dal caldo abbraccio del Krimiso.

Per sabato 01 Dicembre la sottosezione CAI di Castellammare del Golfo propone una passeggiata notturna che dai boschi della Vaccheria condurrà i partecipanti alle calde acque delle terme libere di Ponte Bagni, le antiche acque segestanae, per un suggestivo bagno notturno in una delle

anse più riparate (meglio conosciuta come “acqua cavura”) in cui la temperatura delle acque raggiunge i 46/47°.

PERCORSO
Percorso: Lung. Perc. = 7 Km;

T. marcia 2,5 ore circa.

Tipologia del percorso: trazzera. Difficoltà media “T” (per tutti)

Suggerimenti:
è sconsigliato alle persone che hanno problemi di cuore, problemi polmonari respiratori tali da non renderli idonei alla marcia.

ORARI
La nostra serata inizierà alle ore 20,00 circa con un piccolo ristoro a base di sfincione e buon vino rosso presso l’area verde antistante la nuova sede del CAI sottosezione di Castellammare del Golfo, in Viale Umberto I° (di fronte bar Tropical). A seguire il trekking che, per trazzere e sentieri boschivi, ci porterà a raggiungere le aquae segestanae conosciute fin dall’antichità e menzionate, tra gli altri, da Diodoro Siculo, dal geografo Strabone e dal naturalista Plinio il Vecchio, per le loro capacità curative. In queste terme naturali libere, adiacenti allo stabilimento termale di Ponte Bagni, si potrà effettuare un suggestivo bagno notturno circondati dal buio e avvolti da candide nuvole di vapori, che rinnovano l’atmosfera del mito dell’abbandono di Egesta all’abbraccio salvifico e fecondo del dio Crimiso.
A chiusura della notte all’acqua cavura cassatelle calde e caffè ristoratore a bordo vasca.

Quota di partecipazione:
Soci CAI € 6,00 – Non soci € 8,00.

Prenotazioni entro le 14,00 di venerdì 30 novembre.

Promemoria del materiale/abbigliamento obbligatorio
Abbigliamento idoneo al trekking; Scarponcini da trekking con caviglia alta obbligatori in quanto il terreno del percorso sarà molto fangoso e, in alcuni punti, potrebbe capitare di dovere immergere i piedi nell’acqua; Giacca a vento;Un indumento caldo (tipo pile) per la sosta; Bastoncini da trekking; Indumenti di ricambio e occorrente per l’eventuale bagno notturno. I PARTECIPANTI DOVRANNO ESSERE MUNITI DI TORCE.

Responsabili escursione:
Guide CAI S/Sezione Castellammare del Golfo
INFO LINE 3389350338 – 3497860318

Prenotazioni entro le 14,00 di venerdì 30 novembre.

N.B. : La riproposta del trekking del Mito “Lungo le rive del Krimiso”, già effettuato in maggio, nasce per soddisfare le richieste pervenuteci da più escursionisti. SE, TUTTAVIA , NON SI DOVESSE RAGGIUNGERE UN NUMERO MINIMO DI 20/25 PARTECIPANTI, ANNULLEREMO LA REALIZZAZIONE DELL’EVENTO.

da assoaeronauticatrapani.it

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…”

Note ed immagini per la creazione di un museo dell’emigrazione castellammarese.

Sarà inaugurata mercoledì 12 settembre alle ore 18,30 nel Salone della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Corso Garibaldi n°67 a Castelllammare del Golfo, la mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…”, note ed immagini per la creazione di un museo dell’emigrazione castellammarese.
Le immagini che saranno proposte sono state selezionate dall’architetto Camillo Galante, curatore della mostra, del catalogo e delle note.
La mostra, così come le note, sono solo “frammenti” della storia dell’emigrazione castellammarese”, frammenti di una storia che è ancora tutta da indagare, scrivere e descrivere.
Attività queste che la mostra intende stimolare nell’ ottica della valorizzazione dell’emigrazione castellammarese e del riconoscimento della necessità ed importanza della conservazione della memoria e del ricordo di tale pagina, non secondaria, della storia locale.
Pur trattandosi di una mostra legata al tema dell’emigrazione, la mostra non presenta immagini della “partenza dei bastimenti”, degli abbracci, degli addii e delle lacrime, ne del “viaggio”, e dei suoi accessori, valigie di cartone, passaporti, biglietti, locandine delle compagnie di navigazione, tutti ingredienti d’obbligo di ogni mostra sull’emigrazione che si rispetti, quanto piuttosto immagini di coloro che son partiti e di coloro che sono rimasti.
Si tratta in prevalenza di fotografie, della prima metà del 900′. Immagini di uomini, donne e bambini, singoli o gruppi, che hanno costituito il cosidetto “collante affettivo” per coloro i quali erano costretti a separarsi per cercare fortuna migrando verso lidi lontani. Di tali immagini l’unica divisone che può tracciarsi è tra quelle che ritraggono chi è rimasto e quelle che ritraggono chi è partito.
Si tratta dice il curatore di: “Rappresentazioni di se, nel reciproco tentativo di raccontarsi l’uno all’altro con la fotografia, di dare concreta testimonianza e senso a quel ‘qui stiamo tutti bene’ che era parte immancabile della comunicazione scritta, frammenti non sempre fedeli di realtà assai più complesse e contraddittorie”.
Sono foto di studio spesso, pose con il vestito buono delle grandi occasioni.
Quelle grandi occasioni che scandivano ed ancora scandiscono la vita di qua e di la dall’Atlantico.
Ci sono i bambini che crescono, la cresima, la figlia che si è diplomata, quel bravo ragazzo così piccolo un tempo ed ora cresciuto così bene, il matrimonio in grande stile con le “girls” , i “boys”‘ ed i paggetti.
Foto mandate ai parenti, foto mandate agli amici.
Foto “minori”, di autori spesso ignoti, ma che in qualche caso riecheggiano pose ed ambienti dei grandi maestri della fotografia e/o richiamano alla nostra mente ambientazioni cinematografiche.
La mostra rimarrà aperta al pubblico nei locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso dal 12 al 18 settembre.
Della mostra, realizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso e che ha il Patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo, è stato realizzato un catalogo che oltre a raccogliere le foto fornisce un altro “frammento”, una sintetica documentazione della stagione della costituzione delle Società di Mutuo Soccorso (ben quattro) castellammaresi in America nel corso del primo novecento.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

No Comments

Ritorna il “pani cunzatu fest” a Scopello

Terza edizione del “pani cunzatu fest” che si terrà oggi e domani (lunedì 3 settembre e martedì 4 settembre) in piazza Nettuno a Scopello. Il ricavato della vendita del “pani cunzatu” sarà devoluto in beneficenza alle associazioni che operano per il Madagascar. Nel baglio di Scopello, a partire da stasera alle 19, negli appositi stand sarà proposto “pani cunzatu” e altri prodotti tipici. Previsti anche concerti, musica popolare siciliana, canti e balli folkloristici. La tradizionale ricetta siciliana del “pani cunzatu” è caratterizzata da pane cotto a legna condito con olio extravergine d’oliva, pomodoro, formaggio e acciughe. Un alimento semplice, nutriente e soprattutto gustoso.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Alla baia di Guidaloca serata musicale in alternativa ai falò

Anche quest’anno, nella notte di ferragosto, ritorna il divieto di trasporto legna in spiaggia, chiusura al traffico e divieto di sosta con rimozione sul lato mare della spiaggia Plaja, a Guidaloca e Mazzo di Sciacca. Programmati i servizi per un “ferragosto sicuro”, che saranno garantiti da Vigili urbani, Guardia costiera, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e corpo Forestale. L’accensione di fuochi e falò nella notte di ferragosto è già proibita dalle autorità marittime e regionali, ma coloro che raggiungono le spiagge di Castellammare nella notte del 14 agosto, desistono solo grazie al potenziamento dei controlli. Lo scopo dell’amministrazione comunale è quello di prevenire l’accensione dei tradizionali fuochi e falò, in particolare alla spiaggia Plaja, per “garantire la sicurezza e la pubblica incolumità” nella notte tra il 14 ed il 15 agosto. E per il quarto anno, il sindaco Marzio Bresciani ha firmato l’ordinanza con il divieto di trasportare, stoccare o immagazzinare legna, in tutta la spiaggia Plaja o in prossimità dei varchi di accesso al litorale, nelle giornate del 14 e 15 agosto. Prevista anche la chiusura al traffico e il divieto di sosta con rimozione dei veicoli sul lato mare (nord) della spiaggia, a Guidaloca e Mazzo di Sciacca, dalle ore 15 del 14 fino alle 6 del 15 agosto. Istituito quindi, il senso unico di marcia dei veicoli nella corsia lato sud, nel senso di marcia da ovest verso est. Anche quest’anno il sindaco Marzio Bresciani, nell’ordinanza di divieto, scrive che “fuochi e falò accesi nelle spiagge costituiscono delle vere e proprie trappole, soprattutto quando i carboni ancora ardenti sono coperti dalla sabbia dell’arenile, provocando nelle persone che accidentalmente vi passano sopra, delle scottature gravi. Il carbone creatosi dalla combustione in quantità notevole costituisce, inoltre, grave causa ostativa alla serena balneazione, a causa delle esalazioni che emana”. La sanzione pecuniaria per chi non rispetta l’ordinanza va da 25 a 500 euro. L’alternativa ai falò è proposta alla baia di Guidaloca, a cura dell’associazione Avana, dove si potrà ballare sui ciottoli con i Dj Roberto Reale e Cesare Dorato (voice speaker Maurizio Motisi, Animazione latino Franco Asta y Linda di cultura Cubana, Zumba Ego fit Club).

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , , , ,

No Comments

L’estate a Castellammare del Golfo

Il “menù per l’estate” servito dall’assessorato alla Cultura e Spettacoli guidato da Rosanna Fasulo. Il cartellone degli eventi estivi ha preso il via il 15 luglio con il “Summer jazz festival Castellammare”, evento di alta qualità e notevole richiamo per gli appassionati del jazz internazionale. Diverse le attività teatrali e musicali in programma, curate da associazioni locali come Edo Ludos, Acal, Genitori di buona volontà, e l’ormai storica Filodrammatica del Golfo, giunta al quarantatreesimo anno di attività. Ai primi di agosto l’atteso appuntamento con i “casteddi a mare” gara di sculture di sabbia alla spiaggia Plaja, ma anche spettacoli di solidarietà e momenti prettamente religiosi (quadri mariani nel quartiere madrice). Notte di ferragosto come da tradizione nella baia di Guidaloca e, il giorno dopo, all’arena delle rose, l’altrettanto tradizionale festa dell’emigrante. Piazza Petrolo fino alla fine dell’estate sarà animata da musica dal vivo e mercatino dell’artigianato. Spazio anche allo sport con il torneo di calcio allo stadio Matranga, memorial Martino Di Benedetto. Non mancheranno le degustazioni di prodotti tipici (cacciata del frumento a Balata di Baida dove, ogni domenica, fino al due settembre, si terrà il mercatino enogastronomico) ed eventi come la il “pane cunzatu fest”, la vendemmia in piazza “pistata” nella fontana di Scopello a settembre, ed il rito del pane ed altre interessanti attività all’interno della riserva dello Zingaro. All’aula consiliare si alterneranno mostre pittoriche e fotografiche fino a fine agosto (Franco Sassano fino al 31 luglio, Giovanni Pepi fino al 12 agosto, Di Liberti-Fausto fino al 20, Porro- Gauli- Leoncino, fino al 31 agosto). Gli eventi faranno da cornice ai tradizionali tre giorni di festeggiamenti per la Patrona, Maria Santissima del Soccorso: il 19 agosto la consegna delle chiavi da parte delle autorità cittadine, quindi la tradizionale processione a mare seguita dalle imbarcazioni dei pescatori. Il 20 agosto la notte bianca, il 21 la processione del simulacro per le vie cittadine e la conclusione dei festeggiamenti con i giochi pirotecnici. Il programma di settembre prevede l’attesa manifestazione artistica e culturale Plas (per le antiche scale). Il 21 la premiazione del concorso fotografico “Obiettivo Castellammare”: le foto dei vincitori saranno poste nei pannelli di promozione turistica. Il programma si conclude con “la tela più lunga del mondo”: Castellammare il 23 settembre, tenterà di entrare nel guiness dei primati con centinaia di pittori che dipingeranno una tela lunga 900 metri.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments