Archive for category Senza Categoria

Dal 22 al 24 giugno la Monte Erice delle Auto Storiche

Alla fine di giugno tornano in piste le vetture storiche per la quinta edizione della Cronoscalata Monte Erice, riservata per l’appunto alle auto di valore storico e di scaduta omologazione. Non c’è ancora una lista definitiva dei partecipanti e non potrebbe essere così se consideriamo che mancano dieci giorni alla gara, che si svolgerà sul tradizionale percorso che da Valderice conduce alla vetta ericina, dal 22 al 24 giugno.
Saranno probabilmente oltre cento i piloti, secondo le previsioni ed in base anche a coloro che hanno già annunciato la propria presenza, che parteciperanno alla kermesse valevole come sesta delle dodici prove in calendario per il campionato italiano salita autostoriche, Trofeo Italiano Montagna autostoriche, Coppa Csai Montagna e campionato automobilistico Siciliano. Alla gara comunque hanno dato l’adesione diversi piloti locali e siciliani, ma anche tanti provenienti da oltre lo Stretto che, essendo impegnati nella lotta per il titolo tricolore, ma soprattutto gradendo fortemente il tracciato ericino, a detta di tutti uno dei più tecnici ed impegnativi del circus del titolo italiano, hanno deciso di essere presenti.
Come già detto la gara è in programma dal 22 al 24 giugno e si articolerà in due manche (vincitore ovviamente chi nella somma dei tempi avrà realizzato il tempo migliore). Confermato il percorso di 5720 metri ( da ripetere due volte) lungo la strada provinciale che da Valderice conduce su sino al viale delle Pinete di Erice, con un dislivello tra partenza ed arrivo di 402 metri. Il comitato organizzatore ricorda che quest’anno, diversamente dagli anni precedenti, le prove ufficiali si terranno il sabato pomeriggio, con inizio alle 15, con la prima vettura in gara al via alle ore 9.00 di domenica mattina, 24 giugno.
La scorsa edizione che si disputà a giugno del 2011 venne vinta da Bonucci alla guida di una Osella Pa9, che realizzò il tempo complessivo di 6′56.665. Al secondo posto la Paganucci di Ciro Barbaccia, con un gap di 1.014 dal vincitore, mentre il gradino più basso del podio era stato appannaggio di Filippone su Porsche 911 (38.539). Al quarto posto si classificò Di Fulvio su Fiat X1/9 (40.184 il gap), quinto Turrizani su Osella Pa/N e sesto Grimaldi su Fiat 128.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , , ,

No Comments

Sarà intitolato al senatore Ludovico Corrao il museo d’Arte contemporanea di Gibellina

Il Museo di Arte contemporanea di Gibellina sarà intitolato al senatore Ludovico Corrao, il sindaco della rinascita del comune distrutto dal terremoto del 1968 che devastò la Valle del Belice.
La cerimonia si terrà oggi domenica 15 gennaio alle 17, nell’anniversario del sisma.
Una cerimonia, con la partecipazione di tutti i sindaci della Valle del Belice, che cade a pochi mesi dalla tragica scomparsa di Corrao ucciso il 7 agosto scorso dal suo domestico.
“Il terremoto e la figura del senatore sono indissolubilmente legati tra loro.
Il sisma e Ludovico Corrao hanno proiettato Gibellina in una dimensione diversa.
Il Museo civico è stato fortemente voluto dal senatore e le opere d’arte sono diventate componente essenziale, sorgente di vita, forza di incoraggiamento a perseguire gli obiettivi alti di bellezza e di rinascità.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Presentato il progetto per il recupero della torre Bennistra di Scopello

La torre Bennistra è stata costruita nel XV secolo su un cocuzzolo a sud del baglio ad una altitudine di 202 metri sul livello del mare e domina l’intero Golfo di Castellammare dal suo eccezionale punto di osservazione. Il suggestivo borgo di Scopello è circondato, infatti, da torri saracene che facevano parte di un sistema che permetteva di trasmettere, in pochissimo tempo, qualsiasi notizia di carattere militare: le torri comunicavano di notte per mezzo di fuochi e di giorno con il fumo. L’intenzione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Marzio Bresciani, che tramite l’ufficio tecnico ha predisposto e presentato il progetto con una richiesta di finanziamento di 805mila euro, è quella di destinare l’antica torre di avvistamento a locale per la presentazione delle risorse del territorio, con la sistemazione di uno slargo sul promontorio dove sorge la torre, da adibire a punto panoramico ed osservatorio dell’intero borgo di Scopello. Il progetto riguardante la valorizzazione dei beni immobili comunali di interesse storico ambientale, siti nel borgo di Scopello, è stato presentato per essere inserito nell’elenco delle opere finanziabili nell’ambito del PSR Sicilia 2007-2013 “Sviluppo e rinnovamento dei villaggi”. «La valorizzazione dei beni storici-architettonici presenti nel nostro territorio è un obiettivo al quale punta questa amministrazione comunale- afferma il vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici Carlo Navarra-. Abbiamo chiesto il finanziamento perché il recupero di immobili storici, per di più in luoghi di pregio, può diventare elemento di richiamo turistico. Ed il borgo di Scopello, infatti, si inserisce in un contesto territoriale di notevole valore storico-artistico-monumentale per la presenza di beni architettonici, simboli ormai del territorio trapanese, come ad esempio, la Tonnara di Scopello con i suoi faraglioni». L’intervento di recupero prevede la ricostruzione con materiali esistenti come spiegano i progettisti Marcello Monacò e Vincenzo Stabile. «Da ricerche in archivi storici si evince che la torre di forma circolare presentava un’apertura di accesso lato sud-est e una di avvistamento lato nord-ovest, con la parte terminale di copertura caratterizzata dalla presenza di merli anch’essi in pietra. La ricostruzione sarà eseguita con l’utilizzo di pietra locale recuperando le porzioni di torre ancora esistente mettendo in evidenza le zone di ricostruzione per evidenziare e datare nel tempo l’intervento. Lo slargo antistante la torre verrà sistemato e livellato con basole in pietra locale e, per renderlo sicuro, considerata la posizione e il notevole dislivello, sarà collocato un parapetto con telaio in acciaio e lastre di vetro trasparente al fine di creare meno impatto visivo e tutelare il visitatore -spiegano Monacò e Stabile-. Il collegamento tra il promontorio dove si trova la torre, e il borgo, sarà consentito con un percorso pedonale naturalistico a terrazzamenti e la collocazione di una semplice staccionata in legno e corde per agevolare i visitatori lungo il sentiero che conduce alla torre. Sarà prevista inoltre la collocazione di fari alla base della torre e perimetralmente per creare un effetto scenografico suggestivo e perfettamente in simbiosi con il paesaggio esistente». Un altro intervento di recupero a Scopello è previsto negli immobili comunali di Piazza Nettuno, utilizzati in parte dall’Asl come guardia medica estiva e come sportello delle Poste. La guardia medica rimarrà nel locale, ma una ridistribuzione interna del fabbricato consentirà la realizzazione di tre nuovi locali da destinare alla degustazione di prodotti tipici locali ed alla promozione dei prodotti e delle lavorazioni agricole che caratterizzano il borgo di Scopello.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Riserva dello Zingaro: Degusta la Riserva

Itinerari guidati, escursioni gratuite con degustazioni di prodotti tipici del territorio per valorizzare e conoscere meglio la riserva naturale dello Zingaro, la prima istituita in Sicilia. E’ questo l’obiettivo di “Degusta la riserva”, l’iniziativa organizzata dai Comuni di San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo, in collaborazione con il Dipartimento regionale Azienda Foreste Demaniali dell’Assessorato regionale alle Risorse Agricole e Forestali. La seconda tappa dell’iniziativa si svolgerà da martedì 20 a venerdì 23 settembre in occasione della 14\esima edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale che si svolgerà a San Vito Lo Capo.
Il progetto è finanziato dal Fondo regionale per la montagna. I visitatori saranno condotti alla scoperta della riserva dello Zingaro attraverso un itinerario, con la guida dal personale dal Dipartimento regionale Azienda Foreste Demaniali, che prevede la visita al museo della manna, un’escursione a Cala Disa, una sosta durante la quale sarà mostrata la lavorazione del frassino dal quale si estrae la manna e la degustazione di prodotti agroalimentari del territorio.
Chi fosse interessato alle escursioni di martedì 20 e mercoledì 21 settembre può contattare l’ufficio turistico del Comune di San Vito Lo Capo, in via Savoia 57 (tel. 0923 974300). Per le escursioni di giovedì 22 e venerdì 23 è necessario, invece, prenotare presso lo stand “Degusta la Riserva”, al villaggio espositivo del Cous Cous Fest dalle ore 12 alle ore 24.
La partenza da San Vito Lo Capo è da Via P.S. Mattarella (altezza via Faro) dalla quale si raggiungerà la riserva dello Zingaro (ingresso nord).

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Miriam Pace espone a Gibellina

Nell’ambito delle attività della Fondazione Orestiadi, Sabato 17 settembre 2011 alle ore 18.00 vernissage di presentazione delle opere di Miriam Pace e performance musicale di Michelangelo Jr.
Negli anni ’90 Achille Bonito Oliva teorizzava l’arte terminale analizzando le opere di Michelangelo Junior e altri giovani artisti.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Bus gratuiti e visite guidate, il nove e dieci settembre, alla Riserva dello Zingaro

In programma venerdì e sabato prossimi “Degusta la Riserva”, iniziativa organizzata dai Comuni di San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo in collaborazione con il Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali dell’Assessorato Regionale alle Risorse Agricole e Forestali e dall’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente. I visitatori saranno condotti alla scoperta della Riserva dello Zingaro attraverso un itinerario che prevede la visita al Museo della Manna, un’escursione a Cala Disa, una sosta durante la quale sarà mostrata la lavorazione del frassino per ottenere la manna e la degustazione di una selezione di prodotti agroalimentari del territorio. Le escursioni quotidiane saranno due, sia il venerdì sia il sabato con partenza alle ore 8.30 e alle 10.30. La partecipazione è gratuita ma occorre prenotarsi il giorno precedente. Per l’escursione di venerdì è necessario contattare il centro di informazione turistica presso il Castello a Castellammare del Golfo allo 0924-30217, mentre per quella in programma sabato l’info-point “Plas” in via Porta del Ponte dalle 10 alle 21.00. La seconda tappa dell’iniziativa si svolgerà in occasione del prossimo Cous-Cous Fest in programma a San Vito Lo Capo.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Scopello per il Madagascar

Saranno devoluti in beneficenza all’associazione di Don Mario Bonura, che opera per il Madagascar, settemila euro raccolti duranta la seconda edizione del “Pani cunzatu Fest”, organizzato dall’associazione dei commercianti di Scopello in collaborazione con il Comune di Castellammare del Golfo.
Circa duemila persone hanno assiepatopiazza Nettuno, dove sono stati allestiti gli stand che hanno proposto “pani cunzatu” e altri prodotti tipici, musica popolare, canti e balli.
La manifestazione ha avuto come “star” la tradizionale ricetta siciliana del cosidetto “pani cunzatu”, vale a dire: pane cotto a legna tagliato e condito con olio extravergine d’oliva, pomodoro, pecorino locale e acciughe sott’olio.
Un alimento semplice, nutriente e particolarmente gradito agli adulti così come ai bambini.
Con gli organizzatori si è complimentato il sindaco di Castellammare del Golfo, Marzio Bresciani.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Silvia Mezzanotte, l’ex voce dei Matia Bazar, in concerto a Castellammare del Golfo il 20 luglio

Silvia Mezzanotte, l’ex voce dei Matia Bazar, torna con il recital “Regine”, forte del successo con cui è stato accolto al suo debutto, lo scorso anno, sia in Italia che all’estero.

L’appuntamento in Sicilia, nell’ambito degli spettacoli del “Circuito del mito”, è il 19 luglio a Bagheria e il giorno dopo il 20 a Castellammare del Golfo.
Con un repertorio a cavallo tra il pop e il jazz, la Mezzanotte ripropone i brani delle artiste che hanno contribuito alla sua formazione.
Da “New York, New York” di Liza Minnelli a “La vie en rose” di Edith Piaf, ma anche le italiane “Ancora” di Mina e “L’edera” di Nilla Pizzi, fino alla rivisitazione – in una veste inedita – della “Carmen” di Bizet.

Durante lo spettacolo la Mezzanotte sarà accompagnata da Pino De Fazio al pianoforte, Luca Cantelli al contrabbasso e Max Govoni alla batteria.
Nel 2004, la Mezzanotte ha abbandonato i Matia Bazar per intraprendere una carriera da solista.
Nel 2006 è uscito “Il Viaggio”, il suo primo album, che conteneva otto canzoni all’insegna dell’amore in chiave femminile.
Nel 2009 ha cominciato un nuovo percorso teatrale con lo spettacolo che qui verrà proposto, “Regine”.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

A San Vito lo Capo consegna delle “5 vele”

Lunedì prossimo “Goletta Verde” di Legambiente sarà a San Vito per consegnare le «5 Vele» ai sindaci siciliani delle località che hanno ottenuto l’ambito riconoscimento.
Ad accogliere la delegazione sarà Matteo Rizzo, sindaco di San Vito, orgoglioso per l’inserimento nella Guida Blu, che premia l’attività del Comune a difesa dell’ambiente e del mare.
L’arrivo è previsto per le ore 18,00; seguirà una serie di eventi presso la villetta di via Faro.
Alle 18,15 si terrà il convegno su «Turismo sostenibile e promozione dell’immagine, le 5 Vele di Legambiente»; parteciperanno Rossella Murioni, direttore generale di Legambiente, Sebastiano Venneri, vicepresidente nazionale dell’associazione, i sindaci siciliani cui sono state assegnate le 5 Vele; coordina i lavori Ninni Ravazza, presidente della Pro Loco.
Il convegno si concluderà con la consegna delle 5 Vele. Alle 20,15 presentazione video del progetto “Zero barriere disabili no limits” del coordinatore Giuseppe Corona dell’ ass. Projet Diver e firma del protocollo d’intesa tra il comune di San Vito lo Capo, l’ Inail di Trapani e il Cip.
Nell’occasione avverrà la donazione al progetto “Zero Barriere” di una scultura in pietra dell’artista Giuseppe Cortese, da posizionare di fronte la spiaggia attrezzata per i diversamente abili. In proposito si ricorda che da anni una porzione della spiaggia sanvitese, dotata di particolari attrezzature, è destinata ai diversamente abili, grazie alla collaborazione fra l’Amministrazione comunale e l’Inail.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , ,

No Comments

Arriva oggi al porto di Castellammare la “Dea gitana” per “La vela ci lega”

Arriva a Castellammare del Golfo la “Dea Gitana” l’imbarcazione che, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, sta effettuando a vela il periplo della penisola italiana. L’imbarcazione della sezione di Brescia Desenzano (classe Elan 3,40 della lunghezza di 10 metri), è salpata da Trieste a fine aprile ed entrerà nel porto di Castellammare oggi 30 giugno, alle 17,30, attraccando alla banchina della sede nautica della Lega navale dove, ad attenderla, ci saranno: il sindaco Marzio Bresciani, il presidente della lega navale di Castellammare, Damiano Abate, il presidente della Provincia, Girolamo Turano ed il comandante dell’ufficio marittimo di Castellammare, Rosario Stramandino. «La manifestazione è denominata “la vela ci… lega” per celebrare, in occasione del centocinquantesimo anniversario, l’unione dell’Italia attraverso le città marinare con un simbolico abbraccio tra tutti i luoghi interessati dalla circumnavigazione della “Dea Gitana” - spiega l’assessore alla Cultura e Spettacoli, Rosanna Fasulo- per questo all’arrivo dell’imbarcazione nel nostro porto accoglieremo il natante, nella sede nautica della lega navale, con una breve esibizione della banda musicale alla quale seguirà la cerimonia in cui sarà illustrata l’iniziativa. Quindi una degustazione di prodotti tipici delle seguenti aziende: Emporio Bruca di Castellammare, l’antico forno a legna e l’Agripantel snc di Campobello di Mazara, il caseificio Cucchiara di Salemi, Molino del ponte di Castelvetrano. Invitiamo la cittadinanza e soprattutto giovani e studenti, a partecipare». La “Dea Gitana” finirà il suo lungo viaggio il 10 ottobre, a Savona. “Il progetto, rivolto in particolar modo ai giovani, è stato condiviso dalla Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione del Dipartimento per l’istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca -spiegano gli organizzatori- e si pone la finalità di diffondere i valori dell’Unità d’Italia, favorendo la diretta partecipazione dei giovani ad un’impresa che vuole testimoniare la concreta ed attuale unità del Paese attraverso il mare che lega le diverse realtà territoriali”. Il natante da diporto a vela, ha un “libro di bordo” che verrà firmato dalle autorità locali e dai presidenti delle sezioni coinvolte nel progetto. Al termine del giro il libro sarà consegnato al Presidente della Repubblica.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments