Posts Tagged chef

A San Vito lo Capo vince la Francia

Alice Delcourt

Alice Delcourt

E’ la Francia il paese vincitore del premio giuria tecnica, offerto da Unicredit, della 14\esima edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale di San Vito Lo Capo. La ricetta di sgombro affumicato su un cous cous di frutta ed erbe, preparata dalla chef Alice Delcourt, chef patron del ristorante “Erba brusca” di Milano, è stata infatti la più votata tra quelle presentate dai nove paesi in gara, Costa d’Avorio, Egitto, Francia, Israele, Italia, Marocco, Senegal e Tunisia, secondo il giudizio tecnico della giuria tecnica, formata da giornalisti, chef ed esperti di cucina internazionali e guidata da Paolo Marchi. La chef è stata premiata da Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo e Roberto Bertola, responsabile territorio per la Sicilia di Unicredit, in una gremita piazza Santuario, a San Vito Lo Capo alla presenza, tra gli altri, di Mimmo Turano, presidente della Provincia di Trapani, Gianmaria Sparma, assessore regionale al Territorio e Ambiente, della senatrice Maria Pia Castiglione e Diego Ruggirello, presidente del consiglio comunale di San Vito Lo Capo.
“Anche quest’anno la rassegna – ha detto Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo – ha registrato il tutto esaurito attirando migliaia di visitatori che hanno riempito strutture ricettive, bar e ristoranti sul finire dell’estate. Il calendario di spettacoli di altissimo livello ha contribuito a questo successo così come l’ampliamento dell’offerta gastronomica e del programma culturale”.
Al secondo posto il Senegal con le chef Ba Diatou e Arame Bakar Diop N’Deye premiate da Clara Cimò, responsabile marketing di Premiati Oleifici Barbera, e al terzo l’Israele, con la ricetta intitolata al profeta Giona, proposta dagli chef Boaz Choen e Refael Levi, premiati da Ermanno Sapienza, area manager Nestlé Sanpellegrino e Paolo Graziano, assessore comunale al turismo.
La ricetta che ha conquistato il primo premio giuria tecnica, “ha saputo coniugare – secondo le motivazioni della giuria tecnica - innovazione e qualità delle materie prime, sposando note agrodolci tipiche di tanta tradizione siciliana e sentori orientali: quelli della salsa di yogurt e dell’affumicatura dello sgombro con foglie di tè nero”.
La chef Alice Delcourt, chef e sommelier franco-statunitense, ha lavorato al ristorante “Alice” e “Il Liberty”, a Milano, ma anche al “The River Cafè” di Londra e nelle cucine dello “Yacht Club” di Porto Cervo, in Sardegna. Secondo il presidente della giuria tecnica, Paolo Marchi, “in un’edizione che ha visto soffrire le preparazioni di carne, hanno brillato coloro che hanno puntato sul pesce e sulla leggerezza dell’esecuzione.”
La ricetta francese è quella che ha vinto anche il premio “migliore presentazione”, offerto da Conad, della quale sono state premiate dalla giuria “le note colorate e gentili di tanti fiori e petali disposti con garbo sul vassoio e poi nei singoli piatti: un modo per far capire che la preparazione voleva catturare l’attenzione fin dal primo sguardo, ponendosi in modo originale rispetto alla tradizione”. La chef è stata premiata da Francesco Arena direttore generale di Sicilconad e da Ninni Ravazza, presidente della Pro Loco di San Vito Lo Capo.
Il premio giuria popolare, offerto da Bia Spa, azienda leader nella produzione e commercializzazione di cous cous, è andato invece al Senegal, un cous cous di pesce con zucca e datteri presentato dalle chef Ba Diatou e Arame Bakar Diop N’Deye, premiate da Luciano Pollini, amministratore delegato di Bia Spa. La ricetta è stata apprezzata per la “simpatica e colorata fedeltà ai sapori della sua terra”. La giuria ha apprezzato, infine, la storia del profeta Giona scelta dagli chef israeliani come ispirazione per un piatto che “oltre a essere un messaggio di pace ha rivelato una importante valenza gastronomica”.
Durante la premiazione, Maurizio Messina, presidente del club di Trapani della Chaîne des Rôtisseurs, Associazione internazionale di gastronomia che riunisce 25mila appassionati della buona cucina in oltre 70 Paesi, ha consegnato due riconoscimenti alle delegazioni di Israele e Palestina a testimonianza di pace e al sindaco di San Vito Lo Capo per l’accoglienza e l’ospitalità.
Il Cous Cous Fest prosegue fino a domenica tra degustazioni, laboratori gastronomici, incontri e concerti.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , ,

No Comments

A San Vito Lo Capo è lo chef Costa di Terrasini il vincitore del cous cous fest preview

E’ Giuseppe Costa di Terrasini (Palermo) lo chef che ha vinto il Cous Cous Fest Preview, l’anticipo della 14\esima edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale, che si e’ chiuso a San Vito Lo Capo con una grande affluenza di visitatori e pubblico. Con una ricetta originale, un arancino di cous cous, ripieno con frutti di mare, succo di pomodoro e fiori d’ulivo su un letto di gazpacho, si e’ imposto su altri cinque chef, provenienti da tutta Italia, Baldassare Sammaritano di Marsala, Salvatore Bonafede di Petrosino (Trapani), Marcello Ceccarelli da Rimini, Ottavio Rustignoli da Ravenna e Giorgio Trovato da Siena. A giudicare i piatti e’ stata una giuria popolare, di 80 visitatori della manifestazione e una giuria tecnica, presieduta dal giornalista enogastronomico Paolo Marchi e composta da tre dei piu’ rappresentativi chef sanvitesi, Antonella Pace, alla guida della squadra italiana dello scorso anno, Franco Cusenza, primo ristoratore della cittadina e Giovanni Torrente, al lavoro all’hotel Trinacria e, ieri, anche da Elia Rizzo, chef e patron con 2 stelle Michelin del celebre ristorante ”Desco” a Verona.

Giuseppe Costa, che fara’ parte della squadra italiana in gara al Cous Cous Fest di settembre insieme a due chef sanvitesi, Vito Miceli ed Enzo Caradonna, ha un curriculum di tutto rispetto: ha lavorato con Carlo Cracco, Heinz Beck e Massimiliano Alajmo prima di aprire, sul lungomare di Terrasini, il ristorante ”Bavaglino”. ”Ho scelto una ricetta simbolo della tradizione siciliana, come quella dell’arancina - ha detto lo chef - per interpretarla in maniera innovativa, con il cous cous. Adesso la vera sfida sara’ a settembre, con la gara internazionale. Sara’ dura ma ci proveremo”. Il piatto di Costa ”mi e’ piaciuto da pazzi”, ha detto Paolo Marchi, presidente della giuria, ”e’ frutto di un grande lavoro mentale, di pensiero, che ha saputo vestire in maniera originale la tradizione’

Durante il Cous Cous Fest Preview i visitatori hanno potuto degustare ghiotte ricette di cous cous della tradizione sanvitese, partecipare ai laboratori gastronomici e al mercato del pesce in compagnia di Fede&Tinto di Decanter ed Eliana Chiavetta. Al tramonto del sole il festival si e’ animato con le note di grandi artisti e musicisti emergenti del concorso ”Cous Cous Factor” e con l’esibizione dell’ospite piu’ atteso, Paolo Belli accompagnato dalla band dei Qbeta e Lello Analfino, leader dei Tinturia

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , ,

No Comments

A San Vito lo Capo un anticipo di Cous cous Fest con il Cous cous Fish

Il Cous Cous Fish è una tre giorni dedicata al palato e all’antica tradizione della pesca che si svolgerà a San Vito Lo Capo dal 19 al 21 giugno 2009.

Una occasione per una vacanza, dedicata al cous cous preparato con il pesce povero, per assaggiare un anticipo del Cous Cous Fest e conoscere più da vicino i sapori del mare di San Vito Lo Capo e le tecniche di pesca che i pescatori si tramandano di generazione in generazione.

In programma degustazioni gratuite di cous cous, battute di pesca turismo accompagnati dai pescatori sanvitesi, sfide di cucina e spettacoli.

Compagni di questo “viaggio” tra pesci e pescatori di San Vito lo Capo, saranno Edoardo Raspelli, Donatella Bianchi e Laura Ravaioli.

Tre giorni per assaggiare un anticipo del Cous Cous Fest ma anche per selezionare lo chef che parteciperà per la squadra italiana alla prossima edizione del Cous Cous Fest, in programma a San Vito Lo Capo dal 22 al 27 settembre prossimi.

Alla competizione gastronomica, dal titolo “Vota lo chef per il Cous Cous Fest”, possono partecipare tutti gli chef italiani con una ricetta di cous cous a base di pesce azzurro che sarà valutata da una giuria tecnica, presieduta da Edoardo Raspelli, e una popolare.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , ,

No Comments