Posts Tagged Italia

A Marsala Rassegna dei Vini Biologici Siciliani

Sabato prossimo, a Marsala, la seconda “Rassegna regionale dei Vini biologici siciliani”. All’Istituto Agrario, alle ore 17.30, i lavori si apriranno con il saluto dell’Amministrazione comunale rappresentata dall’assessore alle Attività produttive Oreste Alagna. Seguiranno gli interventi di Domenico Pocorobba (dirigente dell’Agrario), Giancarlo Moschetti (preside Facoltà vitivinicoltura ed enologia), Marcello Caruso (commissario straordinario IRVOS) e Giorgio Calabrese (presidente nazionale ONAV). Il tema del 1° seminario riguarda i vini Dop della provincia di Trapani, con degustazione guidata dall’enologo Gianni Giardina (vice presidente nazionale ONAV). A conclusione della prima giornata della Rassegna, la presentazione – a cura dell’IRVOS – dei risultati del progetto “Vino Marsala e Territorio”, nonchè la proclamazione del vincitore del premio “Marco De Bartoli” dedicato alla personalità impegnatasi a favore del settore vitivinicolo siciliano. Nella seconda giornata, degustazioni di vini sperimentali e visite guidate nella mattinata; mentre, nel pomeriggio, i lavori proseguiranno nel Complesso San Pietro a partire dalle ore 17. Al seminario su “Vini biologici e nuove norme CEE” interverranno anche Antonio Rallo (presidente Assovini Sicilia), Diego Maggio (consigliere delegato Federvini), Salvatore Lombardo (presidente Strada del Vino di Marsala) e Bartolo Virruso (capo Ispettorato provinciale Agricoltura). Prevista, altresì, la partecipazione di altri rappresentanti del settore eno-biologico, a cominciare dal direttore nazionale Città Bio, Ignazio Garau, nonchè di testimonial del bio provenienti da Veneto e Piemonte. Le conclusioni sono affidate al prof. Giorgio Calabrese e all’assessore regionale alle Risorse agricole Dario Cartabellotta. Al termine, consegna di medaglie e riconoscimenti ai vini che si sono affermati in alcuni Concorsi nazionali e internazionali. Nel corso della due giorni della Rassegna, anche l’esposizione di “Quadri ispirati a Bacco…”.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , ,

No Comments

Mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…”

Note ed immagini per la creazione di un museo dell’emigrazione castellammarese.

Sarà inaugurata mercoledì 12 settembre alle ore 18,30 nel Salone della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Corso Garibaldi n°67 a Castelllammare del Golfo, la mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…”, note ed immagini per la creazione di un museo dell’emigrazione castellammarese.
Le immagini che saranno proposte sono state selezionate dall’architetto Camillo Galante, curatore della mostra, del catalogo e delle note.
La mostra, così come le note, sono solo “frammenti” della storia dell’emigrazione castellammarese”, frammenti di una storia che è ancora tutta da indagare, scrivere e descrivere.
Attività queste che la mostra intende stimolare nell’ ottica della valorizzazione dell’emigrazione castellammarese e del riconoscimento della necessità ed importanza della conservazione della memoria e del ricordo di tale pagina, non secondaria, della storia locale.
Pur trattandosi di una mostra legata al tema dell’emigrazione, la mostra non presenta immagini della “partenza dei bastimenti”, degli abbracci, degli addii e delle lacrime, ne del “viaggio”, e dei suoi accessori, valigie di cartone, passaporti, biglietti, locandine delle compagnie di navigazione, tutti ingredienti d’obbligo di ogni mostra sull’emigrazione che si rispetti, quanto piuttosto immagini di coloro che son partiti e di coloro che sono rimasti.
Si tratta in prevalenza di fotografie, della prima metà del 900′. Immagini di uomini, donne e bambini, singoli o gruppi, che hanno costituito il cosidetto “collante affettivo” per coloro i quali erano costretti a separarsi per cercare fortuna migrando verso lidi lontani. Di tali immagini l’unica divisone che può tracciarsi è tra quelle che ritraggono chi è rimasto e quelle che ritraggono chi è partito.
Si tratta dice il curatore di: “Rappresentazioni di se, nel reciproco tentativo di raccontarsi l’uno all’altro con la fotografia, di dare concreta testimonianza e senso a quel ‘qui stiamo tutti bene’ che era parte immancabile della comunicazione scritta, frammenti non sempre fedeli di realtà assai più complesse e contraddittorie”.
Sono foto di studio spesso, pose con il vestito buono delle grandi occasioni.
Quelle grandi occasioni che scandivano ed ancora scandiscono la vita di qua e di la dall’Atlantico.
Ci sono i bambini che crescono, la cresima, la figlia che si è diplomata, quel bravo ragazzo così piccolo un tempo ed ora cresciuto così bene, il matrimonio in grande stile con le “girls” , i “boys”‘ ed i paggetti.
Foto mandate ai parenti, foto mandate agli amici.
Foto “minori”, di autori spesso ignoti, ma che in qualche caso riecheggiano pose ed ambienti dei grandi maestri della fotografia e/o richiamano alla nostra mente ambientazioni cinematografiche.
La mostra rimarrà aperta al pubblico nei locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso dal 12 al 18 settembre.
Della mostra, realizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso e che ha il Patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo, è stato realizzato un catalogo che oltre a raccogliere le foto fornisce un altro “frammento”, una sintetica documentazione della stagione della costituzione delle Società di Mutuo Soccorso (ben quattro) castellammaresi in America nel corso del primo novecento.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

No Comments

Ritorna il “pani cunzatu fest” a Scopello

Terza edizione del “pani cunzatu fest” che si terrà oggi e domani (lunedì 3 settembre e martedì 4 settembre) in piazza Nettuno a Scopello. Il ricavato della vendita del “pani cunzatu” sarà devoluto in beneficenza alle associazioni che operano per il Madagascar. Nel baglio di Scopello, a partire da stasera alle 19, negli appositi stand sarà proposto “pani cunzatu” e altri prodotti tipici. Previsti anche concerti, musica popolare siciliana, canti e balli folkloristici. La tradizionale ricetta siciliana del “pani cunzatu” è caratterizzata da pane cotto a legna condito con olio extravergine d’oliva, pomodoro, formaggio e acciughe. Un alimento semplice, nutriente e soprattutto gustoso.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Alla baia di Guidaloca serata musicale in alternativa ai falò

Anche quest’anno, nella notte di ferragosto, ritorna il divieto di trasporto legna in spiaggia, chiusura al traffico e divieto di sosta con rimozione sul lato mare della spiaggia Plaja, a Guidaloca e Mazzo di Sciacca. Programmati i servizi per un “ferragosto sicuro”, che saranno garantiti da Vigili urbani, Guardia costiera, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e corpo Forestale. L’accensione di fuochi e falò nella notte di ferragosto è già proibita dalle autorità marittime e regionali, ma coloro che raggiungono le spiagge di Castellammare nella notte del 14 agosto, desistono solo grazie al potenziamento dei controlli. Lo scopo dell’amministrazione comunale è quello di prevenire l’accensione dei tradizionali fuochi e falò, in particolare alla spiaggia Plaja, per “garantire la sicurezza e la pubblica incolumità” nella notte tra il 14 ed il 15 agosto. E per il quarto anno, il sindaco Marzio Bresciani ha firmato l’ordinanza con il divieto di trasportare, stoccare o immagazzinare legna, in tutta la spiaggia Plaja o in prossimità dei varchi di accesso al litorale, nelle giornate del 14 e 15 agosto. Prevista anche la chiusura al traffico e il divieto di sosta con rimozione dei veicoli sul lato mare (nord) della spiaggia, a Guidaloca e Mazzo di Sciacca, dalle ore 15 del 14 fino alle 6 del 15 agosto. Istituito quindi, il senso unico di marcia dei veicoli nella corsia lato sud, nel senso di marcia da ovest verso est. Anche quest’anno il sindaco Marzio Bresciani, nell’ordinanza di divieto, scrive che “fuochi e falò accesi nelle spiagge costituiscono delle vere e proprie trappole, soprattutto quando i carboni ancora ardenti sono coperti dalla sabbia dell’arenile, provocando nelle persone che accidentalmente vi passano sopra, delle scottature gravi. Il carbone creatosi dalla combustione in quantità notevole costituisce, inoltre, grave causa ostativa alla serena balneazione, a causa delle esalazioni che emana”. La sanzione pecuniaria per chi non rispetta l’ordinanza va da 25 a 500 euro. L’alternativa ai falò è proposta alla baia di Guidaloca, a cura dell’associazione Avana, dove si potrà ballare sui ciottoli con i Dj Roberto Reale e Cesare Dorato (voice speaker Maurizio Motisi, Animazione latino Franco Asta y Linda di cultura Cubana, Zumba Ego fit Club).

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , , , ,

No Comments

Castellammare - Sicilia - Italia

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Calatafimi Segesta e l’Unità d’Italia

Un programma ricco di appuntamenti per celebrare il 150° dell’Unità d’Italia. La città si appresta ad accogliere anche il capo dello Stato Giorgio Napolitano la cui visita a Marsala, Calatafimi e Salemi è stata confermata per l’11 maggio.
Fra gli eventi è previsto un concerto dell’Euro orchestra di Bari diretta da Franco Lentini, musicista di fama internazionale di origini calatafimesi. Sempre l’11 maggio un treno d’epoca, messo a disposizione da Trenitalia e già usato dal regista Peppuccio Tornatore per le riprese di «Baarìa», partirà da Segesta con a bordo un gruppo di 350 studenti in camicia rossa e arriverà a Marsala. Madrina l’attrice Margaret Madè.
Il 15 maggio invece si terrà una cerimonia solenne a Pianto Romano, teatro della storica battaglia di Calatafimi, alla presenza del presidente Lombardo. Con una manifestazione alla quale prenderanno parte 18 delegazioni ufficiali di altrettanti comuni, fra cui Genova e Bergamo, la città dedicherà due cippi a tutti i caduti nel primo grande scontro fra garibaldini e borbonici. Per l’occasione l’assessore Armao ha dato incarico a un noto artista siciliano per la realizzazione di una scultura che ricordi l’epica battaglia. Ad arricchire il programma delle celebrazioni anche altre iniziative come lo speciale annullo filatelico che il 5 maggio Poste italiane dedicherà alla battaglia di Calatafimi o la mostra sulla filatelia risorgimentale che sarà visitabile dal 12 al 16 maggio al centro museale di San Francesco. E ancora rappresentazioni teatrali e convegni a tema per festeggiare l’Unità d’Italia. L’8 maggio andrà in scena al cineteatro Alhambra «L’inchiesta sui Mille» dell’avvocato Giacomo Frazzitta e il 14 maggio lo spettacolo «I racconti di nottetempo» della compagnia teatrale di Palermo guidata dall’attore Salvo Lo Piparo. Fra i convegni previsti e moderati dal giornalista e scrittore Corrado Augias figurano infine la presentazione la sera dell’11 maggio del volume «Bella e perduta» dello storico Lucio Villari, docente di Storia all’Università della Sapienza di Roma, e dell’opera di Giorgio Ruppolo dal titolo «Un paese troppo lungo».

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments