Posts Tagged mostra

Mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…”

Note ed immagini per la creazione di un museo dell’emigrazione castellammarese.

Sarà inaugurata mercoledì 12 settembre alle ore 18,30 nel Salone della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Corso Garibaldi n°67 a Castelllammare del Golfo, la mostra fotografica “Qui stiamo tutti bene, così spero di te…”, note ed immagini per la creazione di un museo dell’emigrazione castellammarese.
Le immagini che saranno proposte sono state selezionate dall’architetto Camillo Galante, curatore della mostra, del catalogo e delle note.
La mostra, così come le note, sono solo “frammenti” della storia dell’emigrazione castellammarese”, frammenti di una storia che è ancora tutta da indagare, scrivere e descrivere.
Attività queste che la mostra intende stimolare nell’ ottica della valorizzazione dell’emigrazione castellammarese e del riconoscimento della necessità ed importanza della conservazione della memoria e del ricordo di tale pagina, non secondaria, della storia locale.
Pur trattandosi di una mostra legata al tema dell’emigrazione, la mostra non presenta immagini della “partenza dei bastimenti”, degli abbracci, degli addii e delle lacrime, ne del “viaggio”, e dei suoi accessori, valigie di cartone, passaporti, biglietti, locandine delle compagnie di navigazione, tutti ingredienti d’obbligo di ogni mostra sull’emigrazione che si rispetti, quanto piuttosto immagini di coloro che son partiti e di coloro che sono rimasti.
Si tratta in prevalenza di fotografie, della prima metà del 900′. Immagini di uomini, donne e bambini, singoli o gruppi, che hanno costituito il cosidetto “collante affettivo” per coloro i quali erano costretti a separarsi per cercare fortuna migrando verso lidi lontani. Di tali immagini l’unica divisone che può tracciarsi è tra quelle che ritraggono chi è rimasto e quelle che ritraggono chi è partito.
Si tratta dice il curatore di: “Rappresentazioni di se, nel reciproco tentativo di raccontarsi l’uno all’altro con la fotografia, di dare concreta testimonianza e senso a quel ‘qui stiamo tutti bene’ che era parte immancabile della comunicazione scritta, frammenti non sempre fedeli di realtà assai più complesse e contraddittorie”.
Sono foto di studio spesso, pose con il vestito buono delle grandi occasioni.
Quelle grandi occasioni che scandivano ed ancora scandiscono la vita di qua e di la dall’Atlantico.
Ci sono i bambini che crescono, la cresima, la figlia che si è diplomata, quel bravo ragazzo così piccolo un tempo ed ora cresciuto così bene, il matrimonio in grande stile con le “girls” , i “boys”‘ ed i paggetti.
Foto mandate ai parenti, foto mandate agli amici.
Foto “minori”, di autori spesso ignoti, ma che in qualche caso riecheggiano pose ed ambienti dei grandi maestri della fotografia e/o richiamano alla nostra mente ambientazioni cinematografiche.
La mostra rimarrà aperta al pubblico nei locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso dal 12 al 18 settembre.
Della mostra, realizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso e che ha il Patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo, è stato realizzato un catalogo che oltre a raccogliere le foto fornisce un altro “frammento”, una sintetica documentazione della stagione della costituzione delle Società di Mutuo Soccorso (ben quattro) castellammaresi in America nel corso del primo novecento.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

No Comments

A Gibellina in mostra le statue ’sopravvissute’ al terremoto del 1968

Cinque statue che a Gibellina vecchia rimasero intatte sotto le scosse del terremoto della Valle del Belice nel 1968 sono esposte da domenica scorasa (per la prima volta dopo 44 anni) nella chiesa madre di Gibellina nuova, progettata da Ludovico Quaroni.
La mostra rimarra’ aperta al pubblico sino al giorno di Pasqua.
Le cinque statue provengono dalle chiese che erano nel vecchio centro di Gibellina, che fu raso al suolo dalle terribili scosse.
Recuperate sotto le macerie, le opere intatte nel loro splendore, sono state conservate all’interno del seminario vescovile di Mazara del Vallo ed ora sono tornate a Gibellina.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , ,

No Comments

Marsala: Mostra - Más o Menos

Sarà inaugurata domenica prossima, 11 marzo - alle ore 17.30, nell’ex Convento del Carmine - la mostra Mas o Menos, curata da Giulia Ingarao e Marina Sajeva.
L’esposizione è una collettiva cui partecipano diversi artisti: Daniela Balsamo, Daniele Franzella, Mabel Larrechart, Federico Lupo, Daniela Militello, Elisa Nicolaci.

Más o Menos

Un progetto dell’Ente Mostra di Pittura Contemporanea “Città di Marsala” e del Centro d’Arte Piana dei Colli di Villa Alliata Cardillo (Palermo) con la collaborazione della Fondazione Orestiadi di Gibellina.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Giovanni Bosco: vulcano di passione - mostra a Roma

Lunedì 7 novembre 2011 dalle 18.00 negli spazi di LOL Moda Arte Design di Via urbana, 89-92 si inaugura la terza iniziativa d’arte contemporanea “Giovanni Bosco: vulcano di passione”, nell’ambito del ciclo I lunedì di LOL.
Verranno esposte per la prima volta a Roma le opere dell’artista castellammarese, la cui vasta e irregolare produzione è stata acquisita dai più importanti musei internazionali di Art Brut, e proiettato il video documentativo realizzato da ZEPstudio “Giovanni Bosco, Il museo a cielo aperto”, presentato a Lione dal 1 al 9 ottobre 2011, nell’ambito della 4° Biennale internazionale d’arte Hors les normes Lyon.
L’incontro sarà occasione per sostenere l’operato dell’Associazione Outsider Art Giovanni Bosco.

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , ,

No Comments

Salemi XIII settimana della cultura dal 9 aprile

La “Settimana della Cultura” giunge quest’anno alla sua XIII edizione. Dal 9 al 17 aprile il Ministero per i Beni e le Attività Culturali aprirà gratuitamente musei, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali. Oltre 2500 appuntamenti in tutta Italia, con mostre, convegni, aperture straordinarie dei luoghi dell’arte, visite guidate e concerti.

Anche Salemi aderisce all’iniziativa, de la “Settimana della cultura” con il patrocinio della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Trapani.

Questo il programma delle iniziative organizzate dal Comune di Salemi tramite l’Assessorato alla Cultura e ai Musei:

Dal 9 al 16 aprile dalle 9,00 alle 13,00 apertura della Basilica di San Miceli con visite guidate organizzate dall’Associazione «XAIPE».

Il 9 aprile a Palazzo dei Musei alle 12,00 nel Museo della Mafia, inaugurazione della mostra di Domenico Pellegrino «Capitan America».
Nel Museo del Paesaggio inaugurazione della mostra fotografica della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Trapani curata dell’architetto Misuraca, «Ri-conoscere il paesaggio».
Nel Museo di Arte Sacra alle 18,00 l’attesissimo appuntamento con la mostra fotografica di Enzo Randazzo «Frammenti poetici dell’arte figurativa a Salemi».

Il 10 aprile al Centro Kim alle 21,00, la replica del convegno «I Rotoli del Mar Morto», a cura dell’Associazione «Amici dei Rotoli».
Il 15 aprile nella cripta di Sant’Agostino alle 21,30 concerto jazz, a cura dell’Associazione «Blue jazz, jazz e non solo…», si esibisce la band «Seven for a clarinet».
Il 16 aprile al Palazzo Torralta alle 18,00, presentazione della stagione culturale della «Cavallerizza», a cura della «Fuoriorario Production».

Il 17 aprile nel palazzetto dello sport «M.Cavarretta» dalle 10,00 alle 18,00 il 2° stage di danza modern jazz con Manolo Casalino, curato dall’Associazione «Emidance» e al Centro Kim alle 17,00 la conferenza dal titolo «L’arte di comunicare attraverso il corpo», a cura dell’Associazione ONLUS «Spazio Libero».

Dal 9 al 15 aprile gli appuntamenti per il «Tè in biblioteca», la rassegna letteraria che si terrà nella biblioteca comunale «Simone Corleo», la prima di una serie di iniziative promosse dal Comune per restituire alla biblioteca di Salemi la funzione di cuore pulsante della cultura cittadina.

Alle 18,00 l’incontro con gli scrittori, accompagnato da tè e pasticcini (dalle 17,00):

Il 9 aprile «Maria Favuzza, poetessa salemitana del 900» di Marco Scalabrino.
L’undici aprile «Abbi dubbi» di Lorenzo Monaco.
Il 12 aprile «I misteri, la processione lunga un giorno» di Arturo Safina.
Il 13 aprile «Iside invicta» di Rosa Maria Ancona.
Il 14 aprile «1937, le grandi manovre in Sicilia dell’anno XV» di Attilio Albergoni.
Il 15 aprile «Il contrasto» di Vito Blunda e Gianni Grimaudo.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments