Posts Tagged Scopello

A Scopello le poesie di Federico Garcia Lorca

Dopo il successo di domenica scorsa al Convento del Carmine a Marsala, verrà riproposta giovedì 1° Agosto alle 19 al Parco Rupestre Re Ferdinando a Scopello, la lettura di poesie di Federico Garcia Lorca, curata dall’Associazione Culturale Sancho Panza e coordinata dai professori Nicolò Messina dell’Università di Valencia e Giovanni Marchetti del Liceo Pascasino di Marsala, per dare la possibilità di ascoltare la voce del poeta in madre lingua.
Le letture si terranno sia in lingua spagnola sia in lingua italiana e ai presenti verrà donato un “cuadernillo” con i testi in lingua spagnola a supporto della fruizione.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Ritorna il “pani cunzatu fest” a Scopello

Terza edizione del “pani cunzatu fest” che si terrà oggi e domani (lunedì 3 settembre e martedì 4 settembre) in piazza Nettuno a Scopello. Il ricavato della vendita del “pani cunzatu” sarà devoluto in beneficenza alle associazioni che operano per il Madagascar. Nel baglio di Scopello, a partire da stasera alle 19, negli appositi stand sarà proposto “pani cunzatu” e altri prodotti tipici. Previsti anche concerti, musica popolare siciliana, canti e balli folkloristici. La tradizionale ricetta siciliana del “pani cunzatu” è caratterizzata da pane cotto a legna condito con olio extravergine d’oliva, pomodoro, formaggio e acciughe. Un alimento semplice, nutriente e soprattutto gustoso.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Alla baia di Guidaloca serata musicale in alternativa ai falò

Anche quest’anno, nella notte di ferragosto, ritorna il divieto di trasporto legna in spiaggia, chiusura al traffico e divieto di sosta con rimozione sul lato mare della spiaggia Plaja, a Guidaloca e Mazzo di Sciacca. Programmati i servizi per un “ferragosto sicuro”, che saranno garantiti da Vigili urbani, Guardia costiera, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e corpo Forestale. L’accensione di fuochi e falò nella notte di ferragosto è già proibita dalle autorità marittime e regionali, ma coloro che raggiungono le spiagge di Castellammare nella notte del 14 agosto, desistono solo grazie al potenziamento dei controlli. Lo scopo dell’amministrazione comunale è quello di prevenire l’accensione dei tradizionali fuochi e falò, in particolare alla spiaggia Plaja, per “garantire la sicurezza e la pubblica incolumità” nella notte tra il 14 ed il 15 agosto. E per il quarto anno, il sindaco Marzio Bresciani ha firmato l’ordinanza con il divieto di trasportare, stoccare o immagazzinare legna, in tutta la spiaggia Plaja o in prossimità dei varchi di accesso al litorale, nelle giornate del 14 e 15 agosto. Prevista anche la chiusura al traffico e il divieto di sosta con rimozione dei veicoli sul lato mare (nord) della spiaggia, a Guidaloca e Mazzo di Sciacca, dalle ore 15 del 14 fino alle 6 del 15 agosto. Istituito quindi, il senso unico di marcia dei veicoli nella corsia lato sud, nel senso di marcia da ovest verso est. Anche quest’anno il sindaco Marzio Bresciani, nell’ordinanza di divieto, scrive che “fuochi e falò accesi nelle spiagge costituiscono delle vere e proprie trappole, soprattutto quando i carboni ancora ardenti sono coperti dalla sabbia dell’arenile, provocando nelle persone che accidentalmente vi passano sopra, delle scottature gravi. Il carbone creatosi dalla combustione in quantità notevole costituisce, inoltre, grave causa ostativa alla serena balneazione, a causa delle esalazioni che emana”. La sanzione pecuniaria per chi non rispetta l’ordinanza va da 25 a 500 euro. L’alternativa ai falò è proposta alla baia di Guidaloca, a cura dell’associazione Avana, dove si potrà ballare sui ciottoli con i Dj Roberto Reale e Cesare Dorato (voice speaker Maurizio Motisi, Animazione latino Franco Asta y Linda di cultura Cubana, Zumba Ego fit Club).

  • Share/Bookmark

Tags: , , , , , , , ,

No Comments

Lambretta d’epoca

Una Lambretta d'epoca

Una Lambretta d'epoca

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Bus gratuiti e visite guidate, il nove e dieci settembre, alla Riserva dello Zingaro

In programma venerdì e sabato prossimi “Degusta la Riserva”, iniziativa organizzata dai Comuni di San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo in collaborazione con il Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali dell’Assessorato Regionale alle Risorse Agricole e Forestali e dall’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente. I visitatori saranno condotti alla scoperta della Riserva dello Zingaro attraverso un itinerario che prevede la visita al Museo della Manna, un’escursione a Cala Disa, una sosta durante la quale sarà mostrata la lavorazione del frassino per ottenere la manna e la degustazione di una selezione di prodotti agroalimentari del territorio. Le escursioni quotidiane saranno due, sia il venerdì sia il sabato con partenza alle ore 8.30 e alle 10.30. La partecipazione è gratuita ma occorre prenotarsi il giorno precedente. Per l’escursione di venerdì è necessario contattare il centro di informazione turistica presso il Castello a Castellammare del Golfo allo 0924-30217, mentre per quella in programma sabato l’info-point “Plas” in via Porta del Ponte dalle 10 alle 21.00. La seconda tappa dell’iniziativa si svolgerà in occasione del prossimo Cous-Cous Fest in programma a San Vito Lo Capo.

  • Share/Bookmark

Tags: , , ,

No Comments

Scopello per il Madagascar

Saranno devoluti in beneficenza all’associazione di Don Mario Bonura, che opera per il Madagascar, settemila euro raccolti duranta la seconda edizione del “Pani cunzatu Fest”, organizzato dall’associazione dei commercianti di Scopello in collaborazione con il Comune di Castellammare del Golfo.
Circa duemila persone hanno assiepatopiazza Nettuno, dove sono stati allestiti gli stand che hanno proposto “pani cunzatu” e altri prodotti tipici, musica popolare, canti e balli.
La manifestazione ha avuto come “star” la tradizionale ricetta siciliana del cosidetto “pani cunzatu”, vale a dire: pane cotto a legna tagliato e condito con olio extravergine d’oliva, pomodoro, pecorino locale e acciughe sott’olio.
Un alimento semplice, nutriente e particolarmente gradito agli adulti così come ai bambini.
Con gli organizzatori si è complimentato il sindaco di Castellammare del Golfo, Marzio Bresciani.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

A Scopello dal 25 agosto Parole Amare

Il progetto letterario di Parole A-mare scaturisce dall’idea di legare la letteratura al nostro straordinario territorio.

Lo scopo è quello di offrire al panorama letterario nazionale una finestra permanente sulla letteratura siciliana contemporanea, creando nell’immediato una rassegna di scrittori che abbia un doppio binario: scrittori siciliani di recente fama che incontrano scrittori affermati (non solo siciliani), con il preciso intento di istituzionalizzare la rassegna portandola, in un breve periodo di tempo, ad un “evento letterario” fisso che possa paragonarsi alle grandi realtà italiane di settore. Tutto questo servito su un piatto d’argento che si chiama “Scopello”, la cui straordinaria bellezza naturale e paesagistica non ha bisogno di essere esaltata da alcuna parola ma va solo valorizzata con manifestazioni di tal genere.
La rassegna letteraria di quest’anno prevede una serie di incontri con sette scrittori, per i quattro giorni del 25, 26, 27 e 28 Agosto 2011.
Il cartellone sarà curato da Vito Lanzarone e prevede quattro giorni di incontri con sette scrittori dal 25 al 28 Agosto 2011 così strutturati:

• Sezione Finestra sulla Letteratura Siciliana, tre incontri alle ore 19 con uno scrittore siciliano di recente fama. Questa sezione sarà curata e presentata da Matteo Di Gesù (docente Facoltà di Lettere Unipa e giornalista per Repubblica) e realizzata in collaborazione con il Centro Studi della Banca Don Rizzo;

• Sezione Scrittori Affermati, quattro incontri alle ore 21 con uno scrittore di chiara fama nazionale.
PROGRAMMA

• Giovedì 25 Agosto ore 21,00 Roberto Ferrucci – “Sentimenti sovversivi” Ed. Isbn
ne discute con l’autore Giancarlo Decimo

• Venerdì 26 Agosto ore 19,00 Nino Vetri – “Lume Lume” Edizioni Sellerio
ore 21,00 Enrico Cillari – Le ombre immutabili di Palermo” Ed. Kimerik

• Sabato 27 Agosto ore 19,00 Maria Adele Cipolla, Enzo Di Pasquale, Rossella Floridia, Martino Grasso, Beatrice Monroy, Gianfranco Perriera, Elena Pistillo, Marco Pomar – “Un’estate a Palermo” Ed. Ernesto Di Lorenzo
ne discute con gli autori Baldo Carollo
ore 21,00 Veronica Tomassini – “Sangue di cane” Edizioni Laurana

• Domenica 28 Agosto ore 19,00 Giuseppe Schillaci – “L’anno delle ceneri” Ed. Nutrimenti
ore 21,00 Paolo Sortino - “Elisabeth” Edizioni Einaudi
ne discute con l’autore Eleonora Lombardo

I nomi in cartellone potranno subire variazioni.

SENTIMENTI SOVVERSIVI – ROBERTO FERRUCCI. EDIZIONI ISBN

Sentimenti sovversivi è un libro che nasce altrove, che porta altrove e riprecipita continuamente nella realtà italiana degli ultimi anni. Ferrucci ama troppo l’Italia per non tornarci all’interno della bolla fragile della scrittura. Sarà interessante leggere nuovamente queste pagine tra qualche anno. L’autore porta alla ribalta una questione generazionale, che passa più rapidamente in primo piano quando si fa più scottante la ripresa di una vera “questione morale”. Lo fa tuttavia da una posizione di disagio individuale.
Nella narrazione Ferrucci compie un’operazione pirandelliana di abbattimento della quarta parete, gioca apertamente con il proprio “pubblico”, lo fa entrare nella scrittura senza finzione alcuna, con lui si perde il confine tra fiction e no fiction, in vista di una prosa-documentario che non ha molti praticanti.

Roberto Ferrucci veneziano del 1960. Ha pubblicato i romanzi Terra rossa (Transeuropa, 1993) e Cosa cambia, (Marsilio, 2007), tradotto di recente in francese da Seuil. Sentimenti sovversivi è stato pubblicato in Francia in edizione bilingue da Meet (Maison des écrivains étrangers et des traducteurs).

LUME LUME – NINO VETRI. EDIZIONI SELLERIO
In una città come Palermo, dove il numero degli extracomunitari presenti nei quartieri è in continuo aumento e la coabitazione tra culture diverse si fa sempre più complicata, l’io narrante di questo romanzo vive in un palazzo in cui molti appartamenti sono abitati da rumeni, africani, arabi, polacchi e cosi’ via, riuscendo a dare una voce a quest’anima della città che, diversamente, avrebbe forse solo qualche attimo di notorietà sulle pagine di cronaca nera dei giornali locali.
Un altro di quei ‘quadernetti blu‘ tanto amati da Elvira Giorgianni Sellerio, una donna di grande spessore culturale oltre che una grande editrice, e alla quale permetteteci di rivolgere il nostro commosso pensiero unito ad un altrettanto commosso, GRAZIE!
«Un libro che consiglio di leggere due volte. Per gustare la rara felicità di scrittura e la capacità d’invenzione, e poi per studiarlo come ‘manuale di convivenza col mondo’.» Andrea Camilleri
Nino Vetri palermitano del 1964. Suona nel gruppo «La banda di Palermo». Con questa casa editrice ha pubblicato ‘Le ultime ore dei miei occhiali’ (2007).

LE OMBRE IMMUTABILI DI PALERMO – ENRICO CILLARI. EDIZIONI KIMERIK

“Le ombre immutabili di Palermo” è un romanzo che racconta una Sicilia difficile da cambiare fra mafia e corruzione politica, potremmo iscriverlo in qualche modo tra i romanzi di formazione. Ma non soltanto del protagonista, piuttosto di un’intera generazione di sessantenni che “si sente giovane” e non vuole saperne di invecchiare.
È curioso notare, a questo proposito, come quasi tutti i personaggi siano amici d’infanzia - come spesso accade, peraltro, nella cosiddetta Palermo-bene -, o addirittura ex compagni di classe dell’Istituto Garibaldi.
Attraverso questo richiamo alla scuola, all’infanzia, è come se si volesse fare sempre riferimento a una giovinezza mai trascorsa, ancora attuale.
Enrico Cillari è docente di immunologia presso diverse scuole di specializzazione.

UN’ ESTATE A PALERMO: VIAGGIO IN UNA CITTA’ SONTUOSA E INFELICE. EDIZIONI ERNESTO DI LORENZO

Con la raccolta di racconti “Un’estate a Palermo” l’editore Ernesto di Lorenzo inaugura la nuova collana di narrativa “Il filo delle parole”. Il volume , presentato in anteprima al Salone internazionale del libro di Torino lo scorso 14 maggio , propone otto storie firmate da otto autori siciliani: Maria Adele Cipolla, Enzo Di Pasquale, Rossella Floridia, Martino Grasso, Beatrice Monroy, Gianfranco Perriera, Elena Pistillo, Marco Pomar. La prefazione è di Emma Dante, drammaturga e regista ormai lanciatissima anche nel panorama del teatro europeo.

Otto storie per raccontare Palermo. Storie sommerse di personaggi minori. Tutto accade in due settimane d’inizio estate. Le storie s’intrecciano, i personaggi s’incrociano. Sullo sfondo, le strade assolate dei quartieri popolari e delle zone residenziali. Nell’aria, gli umori di una bella stagione più sognata che vissuta, e l’odore di un mare vicino eppure lontano.
Un’originale formula narrativa, dunque, per esplorare una confusa e solare metropoli del sud, secondo una linea editoriale attenta ai grandi temi di tutti i sud del mondo, della società multietnica e del dialogo interculturale.
SANGUE DI CANE – VERONICA TOMASSINI. EDIZIONI LAURANA
Lei è una ragazza qualsiasi.
Lui è un abisso.
Ogni città d’Italia contiene al proprio interno un’altra città, nascosta e quasi invisibile: la città di chi campa di poco o niente, di chi non ha casa, di chi è arrivato da paesi lontanti, di chi trova l’unico sfogo vitale nel bere o nel farsi.
Sangue di cane è la storia dell’amore impossibile – e tuttavia inevitabile, essenziale – tra una ragazza della città visibile e un uomo della città invisibile.
Il mondo dei giusti, la città visibile guarda oltre, nessuna concessione per gli amanti.
Veronica Tomassini, giornalista, siciliana, ma di origine umbra, ha pubblicato “L’aquilone” (Emanuele Romeo, 2002); “Outsider” (A&B editrice, 2006); “La città racconta. Storie di ordinaria sopravvivenza” (Emanuele Romeo Editore, 2008).

L’ANNO DELLE CENERI – GIUSEPPE SCHILLACI. EDIZIONI NUTRIMENTI
Il 1948, l’anno delle elezioni vinte dalla Democrazia Cristiana contro il fronte della libertà, Partito Comunista e Partito Socialista, l’anno dell’attentato a Togliatti, l’anno di Padre Lombardi e di Luigi Gedda, della centralità dell’Azione Cattolica e della chiesa militante, viene raccontato dal narratore di questo romanzo come un anno decisivo anche per i protagonisti della storia, ambientata in un quartiere popolare di Palermo, Buon Riposo. Straordinaria la lingua usata dallo scrittore: un impasto sapiente di un dialetto stretto con un italiano pieno di forme tipiche del parlato che ci pone direttamente all’interno del mondo, quasi fiabesco, che ci viene raccontato. I luoghi, la natura, l’ambiente sociale, il degrado, la fame, gli odori di miseria e di marciume, tutto ci arriva con l’immediatezza degli scrittori veristi a cui Schillaci sembra avvicinarsi, anche se il suo libro è di un’evidente modernità, per il taglio narrativo e per le forme linguistiche sapientemente usate.
Giuseppe Schillaci palermitano del 1978. Oggi vive a Roma, dove lavora come regista e produttore esecutivo di film documentari. L’anno delle ceneri è il suo primo romanzo.

ELISABETH – PAOLO SORTINO. EDIZIONI EINAUDI
La piú bella delle sue figlie era diventata l’impiccato delle carte magiche. Lui stesso provò un brivido di inquietudine a vederla, ma se ebbe quel sentimento fu per aver ottenuto un risultato migliore del previsto. Ebbe la conferma che le motivazioni di tenerla tutta per sé non erano maligne, ma antiche, appartenenti a un mondo che si credeva perduto e sul quale invece lui era riuscito a trovare un portale. Allora forse non avrebbe dovuto condurci Elisabeth, come credeva; forse quel mondo si sarebbe mosso verso loro due: un universo vivo che premeva per ricongiungersi agli umani, ai loro cuori, ai loro desideri per tornare reale.
“Non credete a quegli scrittori che millantano ammirazione per le opere dei loro colleghi, né tanto meno a quelli che dicono in giro di prendere in simpatia incondizionatamente gli esordi, e gli esordienti, di grande talento. A me per esempio questo Sortino mi sta già molto antipatico. Il suo Elisabeth avrei potuto, anzi dovuto, scriverlo io! (Marcello Fois)
Paolo Sortino, romano dell’1982, è all’esordio letterario con questo straordinario romanzo che ruota intorno alla vicenda realmente vissuta da Elisabeth Fritzl e del quale sono stati già ceduti i diritti di traduzione in Brasile, Portogallo, Spagna e Israele.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

A Scopello jazz con Salvatore Bonafede Trio

A Scopello è in programma questa sera alle 21,00 il concerto del Salvatore Bonafede Trio.
Il pianista e compositore palermitano si esibirà al piano insieme a Gabbrio Bevilacqua al contrabbasso e Fabrizio Giambanco alla batteria.
Salvatore Bonafede dopo le prime esperienze in Italia concentrate tra il 1974 e il 1978 si trasferisce negli Stati Uniti dove comincia a collaborare stabilmente con Jerry Bergonzi con il quale compie due tournée in Australia e un seminario di jazz presso la Harvard University (Cambridge, Mass). Bonafede fa parte anche dell’orchestra della Brandeis University esibendosi nel circuito universitario del New England. A New York comincia l’attività di capogruppo nei vari jazz club della città.

Il suo ritorno in Italia dà il via ad una lunga tournée europea (1997) e una italiana (2003) a fianco di Joe Lovano, partecipa allo spettacolo Sinfonia dei due mondi del regista Jérôme Savary e alle trasmissioni radiofoniche nazionali “Invenzioni a due voci”, “Jazz Club” e “I concerti del Quirinale”. Collabora come compositore per teatro (Biennale di Venezia, 2002) e cinema con i registi Ciprì e Maresco. Nel 2004 viene pubblicato per la CamJazz il Cd Journey to Donnafugata rifacimento delle musiche rotiane del film “Il Gattopardo”, comprendente Enrico Rava, John Abercrombie e Ralph Towner. Torna a esibirsi a New York con la Street Band di Joe Lovano e, con quest’ultimo, alla Town Hall per la manifestazione “The 2005 Nightlife Awards”. Viene riconosciuto quale miglior nuovo talento nell’ambito del referendum “Top Jazz” (1991) e premiato per il migliore disco dell’anno (“Ortodoxa”, Red Records) dal quotidiano Il Foglio (2001) e da Musica Jazz (“Premio Arrigo Polillo” 2001). Bonafede ha composto quattrocento brani dei quali cento sono stati registrati. Ha inoltre pubblicato quaranta registrazioni di cui dieci a proprio nome.

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Vacanze di Pasqua al Residence Guidaloca

Nella Sicilia nord ocidentale, nella baia di Guidaloca, non lontano dai faraglioni di Scopello e dalla spendida Riserva Naturale Orientata dello Zingaro, in uno dei luoghi in cui ancora è possibile immergersi in un mare strasparente e cristallino, sorge il Residence Guidaloca immerso nel verde argentato degli ulivi e tra i vigneti.
La vicinanza di luoghi di grande interesse culturale quali : L’antica citta elima di Segesta, la medievale Erice, le Saline di Trapani, lla città punica di Mozia nei pressi di Marsala, Selinunte, la Valle dei Templi, Monreale e tante altre attrattive storico - culturali, rende il Residence Guidaloca un ottimo punto di partenza per delle piacevolissime escursioni.
Ben attrezzato per il divertimento dei suoi ospiti il Residence Guidaloca, offre delle vacanze all’insegna del relax e della spensieratezza.
I bungalow ben arredati si affacciano sul mare . Sono disponibili da 2/4 posti letto, soggiorno con angolo cottura, più servizi con doccia.
Gli appartamenti da 4/6 posti letto dispongono di soggiorno/cucina con divano letto, 2 camere matrimoniali, servizi con doccia ed ampie verande.
Gli appartamenti e o Bungalow de Residence Guidaloca sono arredati con particolare cura per il vostro comfort e dispongono tutti di cucina con angolo cottura, servizi con docce e ampie terrazze
Confort
Gli interni del Residence Guidaloca sono accoglienti e confortevoli, per assicurare sempre vacanze serene ed indimenticabili
Serenità
A disposizione degli ospiti ampio parcheggio, barbecue con 4 fuochi, docce esterne, tavoli da ping pong per il divertimento di adulti e bambini.
Il Residence Guidaloca offre inoltre un servizio a pagamento di navetta da e per gli aeroporti di Trapanie Palermo, e possibile noleggiare, barche, gommoni ecc..
Guarda il video

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments

Panicunzatu Fest Degustazione & Musica a Scopello dall’otto al 9 Settembre 2010

1a Sagra Del Pane Cunzatu, il tradizionale pane condito con olio extravergine, pomodoro, formaggio, acciughe e aromi vari per due serate con musica popolare siciliana in un mix di tradizione, folklore e buon cibo.
Mercoledì 8 settembre spettacolo con Calandra & Calandra.
Giovedì 9 settembre spettacolo con Ericefolk.
A Scopello in Piazza Nettuno le degustazioni a partire dalle ore 20.00

  • Share/Bookmark

Tags: , ,

No Comments